Quindi, ricapitolando e facendola semplice semplice.

Macron decide di nazionalizzare dei cantieri navali per evitare che un’azienda straniera (in questo caso, italiana) ne prenda possesso.

Lo può fare? Per l’Europa sì, non ci sono norme che glielo impediscano (incredibile da credere, ma è così).

Macron, il presidente francese, decide anche di convocare i libici per fare in modo di risolvere la crisi del nord-africa. Invita gli italiani? Ovviamente no.

Lui tratta per risolvere il problema dell’immigrazione in Francia, non è mica il presidente del consiglio italiano. Qualcuno glielo vieta? Sta facendo qualcosa di male per il popolo che l’ha eletto (i francesi)?

Ovviamente nessuno glielo vieta e per il suo popolo è cosa buona e giusta. Macron e Merkel stanno facendo le intese per la politica economica europea.

E’ giusto? Nella loro ottica sì. E’ talmente giusto che forse siamo noi a dover iniziare a pensare un po’ di più al nostro Paese.

Chissà, l’Europa potrebbe anche uscirne rafforzata dall’idea di un’Italia non più zerbino ma abitante orgoglioso e forte della casa comune.

Articolo di Fabio Massa

#Macron #Francia #UnioneEuropea