Nell’ultimo anno, il numero di bambini costretti a imbracciare un’ arma tra il Nord Africa e il Medio oriente è raddoppiato.

Un aumento vertiginoso di quelli che vengono definiti tristemente bambini soldato si registra soprattutto in Iraq, Siria e Yemen, dove dal 2014 si sono addirittura quintuplicati.

Ma anche in Libia la dinamica del reclutamento tra bambini è crescente. Peraltro, secondo l’ Unicef che presenta la sua ultima ricerca in materia, si tratta di numeri arrotondati per difetto.

In Medio oriente, una delle regioni dall’età media più bassa al mondo, secondo l’ Unicef si riduce alla schiavitù in guerra il maggior numero di bambini rispetto a qualunque altra zona nel mondo.

Secondo l’ agenzia delle Nazioni Unite per l’ infanzia, la violenza diffusa, il numero di famiglie sfollate, la mancanza di servizi di base e di conseguenza anche lo sfaldamento dei nuclei familiari sta portando ad una crescita costante dell’ arruolamento dei minori, spesso al di sotto dei dieci anni di età.

 

Articolo di Delene

 

#BambiniSoldato #Guerra #Africa